small-logo320
small-logo550
Create
Connect
Promote

Login per i soci

Marchio di Ospitalità Italiana

XXIII Area Meeting

XXIII Area Meeting - Italian Chambers of Commerce in Beijing 2014

Una Pechino sorprendentemente limpida ha ospitato il meeting 2014 delle Camere di Commercio Italiane (CCI) in Asia, Emirati Arabi e Sud Africa, dal 3 al 6 aprile.

L’area Asia – Sud Africa è uno dei cinque gruppi in cui si divide il network delle Camere di Commercio Italiane al’Estero (81 distribuite in 55 Paesi), e si ritrova una volta l’anno in uno dei Paesi Membri per sviluppare progetti comuni e sinergie. L’Area comprende un totale di 11 Camere: Cina, Hong Kong, India, Corea, Giappone, Qatar, Singapore, Sud Africa, Tailandia, Emirati Arabi e Vietnam. Occasionalmente, alcune Camere di Commercio ancora non riconosciute dal Governo Italiano partecipano al meeting come ospiti. Quest’anno partecipava in questa veste la Camera di Commercio Italiana in Indonesia.

La Camera di Commercio Italiana in Giappone è stata rappresentata dal suo Vice-Presidente Fabrizio Cazzoli e dal Segretario Generale Davide Fantoni, che hanno partecipato ai due giorni di meeting, organizzati dalla Camera di Pechino e ospitati nella sede locale dell’Ambasciata Italiana. Il tono della prima giornata di lavori è stato dettato fin dall’inizio dal saluto di SE Alberto Bradanini, Ambasciatore d’Italia, e dal Presidente della Camera di Commercio Italiana in Cina Franco Cutrupia, che ha sottolineato il ruolo primario del mercato asiatico nell’economia internazionale in generale, e in particolare per il Made in Italy.

Un gruppo di imprenditori italiani ha poi tenuto una serie di presentazioni sulla propria esperienza di lavoro – dall’architettura ai macchinari agli automotori – tutte puntate sulla centralità dell’economia cinese nel mondo attuale: “L’uomo e l’ambiente sono finalmente al centro della crescita economica.” Nei prossimi decenni, la Cina sarà testimone di una urbanizzazione senza precedenti e il Governo ha finalmente capito l’importanza della sostenibilità, sia dal punto di vista sociale sia da quello economico, in modo che si possa creare una struttura armoniosa. Sostenibilità sociale ed economica sono le parole chiave. Lanping Lu, del Ministero del Commercio della Repubblica Popolare Cinese, non solo ha confermato questo trend, ma ha anche enfatizzato come sia un’opportunità per gli investimenti stranieri, basandosi su due fattori: da settembre 2013 gli investitori stranieri non presenti sulla lista nera hanno le stesse opportunità di investimento delle compagnie cinesi; inoltre, stando a una ricerca del 2013 sugli investimenti stranieri in Cina condotta dall’European Council delle Camere di Commercio Europee in Cina, l’86% delle Camere di Commercio ha affermato che prevede una espansione su questo mercato nei prossimi anni. La creazione di altre FTZ (Free Trade Zone) modellate sull’esempio di Shanghai e gli aiuti forniti per guidare gli investimenti sono chiari esempi delle nuove politiche di governo: “Nessuna censura sullo sviluppo. Nessuna censura sulle riforme e sulla speranza.”

La successiva tavola rotonda dei delegati dalle Camere in Asia era, allo stesso modo, centrata sullo sviluppo – attraverso una comprensione più ampia
delle differenze culturali, una presenza maggiore nel Paese ospitante, un passaggio dal mercato manifatturiero al mercato di consumo – e sulla “speranza” – una soluzione al problema della doppia tassazione e del supporto finanziario di banche italiane sul territorio dei Paesi ospitanti.

Il secondo giorno è stato dedicato ai lavori interni e all’elezione del nuovo rappresentante di area, risultato a favore della Camera di Commercio Italiana in Vietnam. La Camera è entrata ufficialmente nel network solo l’anno scorso, ma sia il Presidente Michele d’Ercole sia il Segretario Generale Pham Hoang Hai hanno contribuito attivamente alle iniziative del network negli anni scorsi, mostrando grande interesse e una dedizione da cui prendere esempio.

 

ICCJ Brands

True Italian Taste

Joop banner​​

ICCJ Gala Dinner and Concert

Iscriviti alla nostra mailing list
* Campo obbligatorio
Iscriviti alla nostra mailing list
* Campo obbligatorio